TECNOLOGIA IN PRIMO PIANO PER MIGLIORARE IL SERVIZIO IRRIGUO GRAZIE ALL’INTESA CBLN/EVOMATIC

“Non può esserci innovazione senza una progettualità che miri anzitutto a modernizzare le risorse già presenti sul territorio. Anche per questo abbiamo voluto come Consorzio Litorale Nord rendere concreta la collaborazione con Evomatic mirando alla realizzazione di un sistema SCADA che permetta di monitorare e gestire i contatori irrigui, fondamentale per un territorio vasto, molto eterogeneo e di recente fusione come il nostro”

Così Niccolò Sacchetti, Presidente del Consorzio di Bonifica Litorale Nord, a seguito del Webinar formativo “Lettura Contatori”, organizzato da Evomatic, ascoltato da una platea nazionale di addetti ai lavori di oltre 100 tra tecnici e dirigenti di Consorzi di Bonifica di moltissime regioni italiane ,a cui ha partecipato, dopo i saluti del direttore generale della struttura romana, Andrea Renna,  il funzionario  Marco Tolli del Consorzio Litorale Nord -“Nel realizzare il sistema siamo partiti dalle difficoltà che avevamo vissuto nella gestione degli strumenti del passato – ha detto Renna ringraziando per il supporto convinto e determinato Tolli e suo tramite tutti i colleghi che hanno portato avanti il progetto - L’App consente la gestione e pianificazione delle richieste di intervento, la raccolta di diverse informazioni relative alle manutenzioni con foto, note e registrazione dei pezzi di ricambio utilizzati. Inoltre consente di segnalare e gestire eventuali abusi o anomalie di funzionamento.” La soluzione a cui si è arrivati si compone di un'applicazione, denominata  EVOTracker, dedicata agli operatori che effettuano letture e interventi di manutenzione sui contatori e di un portale, EVOGPS-WEB, per la consultazione e gestione dei dati.

Un lavoro che dà  orgoglio alla nostra struttura ha aggiunto il Presidente Sacchetti “Grazie alla disponibilità e la cooperazione di Evomatic è stato possibile realizzare un sistema che permetterà la realizzazione di un catasto irriguo, fondamentale per il futuro del nostro Consorzio di Bonifica”. Essere stati presi ad esempio per illustrare quanto realizzato ed oggi a disposizione della nostra struttura rappresenta un ulteriore passo che insieme agli organi ordinari ci siamo dati nella convinzione che si possa continuare a lavorare ancora meglio a vantaggio dei consorziati e del territorio.


ANBI ANBI Lazio Regione Lazio Protezione Civile IRRIFRAME